Be the change.
  • English

Un Mondo di Prodotti Ricondizionati

La nostra società ha avuto, dall’alba della Rivoluzione Industriale, alla base di ogni modello economico lo schema Produci-usa-dismetti, creando un processo inarrestabile di ciclicità della materia prima. Viene estratta, in seguito lavorata per il prodotto finito e poi dismessa.

Riuscendo a vedere lo sviluppo tecnologico della propria attività in un’ottica diversa, dove il riutilizzo diventa risorsa e quindi ecosostenibile e circolare, abbiamo la possibilità di trovare sul mercato una serie di prodotti informatici ricondizionati e rigenerati che possono permetterci di trasformare la nostra azienda in un’azienda green riuscendo ad ottenere un risparmio, oltre che economico, in termini di emissioni di CO2e del 90%.  

Il PC giusto per il lavoro giusto

La domanda che viene spontanea è: ci possiamo fidare dei prodotti ricondizionati e rigenerati? Possiamo affidare la parte informatica della nostra attività a prodotti fondamentalmente “usati”? Quali garanzie abbiamo? 

Per semplificare la risposta possiamo paragonarli all’acquisto di un’autovettura. Se abbiamo a disposizione un budget limitato necessario per acquistare al massimo un’utilitaria nuova possiamo destinare la stessa somma per una berlina, magari di un modello precedente, revisionata, rimessa sul mercato con garanzia minima di un anno. Spendendo la stessa somma si avranno prestazioni migliori, miglior confort, migliore stabilità. Stesso esempio possiamo sceglierlo per l’utilizzo del nostro dispositivo. Se dobbiamo ogni giorno percorrere un breve tratto di strada non per forza è necessaria la macchina più potente e performante, con un’analisi attenta dei costi dovuti alle prestazioni, si può scegliere il modello giusto per il lavoro giusto. 

Possiamo cominciare ad analizzare i vari prodotti dividendoli in macro-categorie: Computer, Periferiche, Consumabili, Networking e Mobility.

Per quanto riguarda i computer troviamo nel mercato Refurb Desktop, Portatili, Tablets & Pads che hanno la certificazione Microsoft Autorized Refurb il che prevede che tali prodotti, a differenza di un altro usato e rivenduto, prima di essere reinseriti sul mercato passano ben 18 controlli. Questo permette, a chi lo acquista, di poter avere, a prezzi inferiori anche del 40%, prodotti che hanno la garanzia europea di un anno estendibile secondo il rivenditore. In base al Benchmark necessario possiamo trovare il prodotto più adatto alla nostra attività senza per forza acquistare un nuovo prodotto.   

Stesso discorso vale per le periferiche; monitor, lettori di BAR CODE, scanner, UPS, perfettamente revisionati prima di essere messi in commercio; fax, fotocopiatrici, stampanti, che attraverso nuove formule di noleggio, permettono di ridurre sia i costi che l’impatto ambientale attraverso l’utilizzo di consumabili (toner) rigenerati, cioè contenitori originali vuoti riempiti nuovamente. A questo proposito è meglio fare un chiarimento sui toner. 

Esistono tre categorie di consumabili: 

  1. Toner originale – di nuova produzione (non ecologico) messo in commercio dalla casa madre (HP, samsung,….) per il modello di stampante.
  2. Toner Compatibile (Prink, Ecostore, Refill,…) – di nuova produzione (non ecologico) differisce dall’originale per alcune caratteristiche si può trovare a prezzi molto inferiori spesso a discapito della qualità. 
  3. Toner Rigenerati  – Contenitori originali vuoti di nuovo riempiti. Non essendo di nuova produzione sono ecologici, garantiscono le stesse prestazioni degli originali, costando meno,  e riducendo  fino al 70% le emissioni di CO2e. 

Purtroppo, spesso e volentieri, è facile trarre in inganno il consumatore finale spacciando prodotti compatibili per prodotti rigenerati. Per tutelarsi è importante accertarsi che abbiano il marchio NORDIC ECOLABEL (garanzia europea) e comunque richiedere sempre la certificazione scritta del prodotto acquistato. 

Un mercato molto più vasto del mercato refurb è quello dei telefonini cioè della Mobility (Cellulari, smartphone, gps.). Il 2017 ha segnato una data storica, i dati forniti da Gartner hanno evidenziato un calo delle vendite dei nuovi smartphone. Un secco –5,6% rispetto all’anno precedente.

La causa di questa flessione è attribuibile a due fenomeni: da una parte il costo eccessivo dei nuovi dispositivi, che con l’ I-Phone X ha superato la barriera dei 1.000 euro, rispetto all’innovazione percepita. Dall’altra la crescita della domanda e l’offerta di prodotti ricondizionati garantiti che al momento rappresentano l’incremento più consistente nel mercato circa un 10% della vendita di telefonini. Chi non vuole spendere cifre considerevoli è disposto ad aspettare il tempo necessario per trovare ciò che cerca nel mercato del refurb con tutte le garanzie esigibili. 

Fiducia nel Ricondizionato

Partendo da queste riflessioni torniamo alla domanda iniziale: Possiamo fidarci dei prodotti ricondizionati? Abbiamo tutte le garanzie? 

Lo possiamo fare e in questo nuovo percorso possiamo avvalerci dell’aiuto delle aziende specializzate in ICT ECO MANAGEMENT, specialmente le grandi aziende del B2B che vedono la gestione del parco informatico non più come un costo ma come un’opportunità di crescita economica mantenendo alti gli standard qualitativi tecnologici e nello stesso tempo dando un’impronta green, oggi sempre più importante, al proprio business.