Be the change.
  • English

Le 3 fasi di vita di un prodotto: BOL, MOL e EOL

Il ciclo di vita di un prodotto è composto dalle fasi che attraversa, partendo dalla concezione dell’idea e dal design, arrivando fino al suo smaltimento finale o al riciclo.
Nell’industria manifatturiera, generalmente, si ricorre a tre diverse categorie per classificare la fase del ciclo di vita attraversata dal prodotto:
• BOL: Beginning Of Life (inizio vita)
• MOL: Middle Of Life (metà vita)
• EOL: End Of Life (fine vita)
Il Beginning Of Life comincia con lo sviluppo del prodotto: il design, la creazione, i test e la fase iniziale di marketing.
Se un prodotto ha successo, la fase di Middle Of Life è di durata maggiore rispetto alle altre.
La fase MOL è quella in cui sono concentrate le attività di marketing e vendita. Nel contesto del marketing si prende in considerazione come ciclo di vita di un prodotto il lasso di tempo che va dall’advertising iniziale dopo il lancio di un prodotto fino al declino nelle vendite. Essenzialmente, quindi, il ciclo di vita di un prodotto per il marketing coincide grosso modo al segmento Middle Of Life dell’industria manifatturiera.
Le tre fasi sono strettamente legate fra loro: ad esempio le decisioni prese durante l’inizio vita di un prodotto avrà ripercussioni sia in fase MOL che in fase EOL.
Ad esempio, se i materiali vengono scelti con un occhio di riguardo nei confronti del riciclo e del riuso, questa decisione aumenterà la sostenibilità delle pratiche a fine vita. In questo contesto, il traguardo più grande sarebbe quello di creare un prodotto a “ciclo chiuso”, in cui tutti i materiali usati durante la produzione di un oggetto siano riutilizzati, riciclati o ricondizionati piuttossoto che dismessi in discarica.
La fase di fine vita, la EOL, è il momento in cui un prodotto viene dismesso.
Dipendendo dal tipo di prodotto, la End Of Life potrebbe essere addirittura pianificata o programmata: si parla in questo caso di obsolescenza programmata.
La gestione degli End Of Life diventerà sempre più importante non solo per i devices elettrici ed elettronici, ma soprattutto nel settore ICT: la presenza di materiali rari e preziosi, l’incremento della richiesta di laptop e smartphones, ma soprattutto i rischi che corriamo a causa del surriscaldamento globale, ci impongono di individuare e mettere in pratica nuove strategie efficaci e intelligenti.
È da queste convinzioni che Green Idea Technologies ha sviluppato ICT Circular Soft, cercando di prendere in considerazione ogni aspetto del ciclo di vita dei prodotti informatici così da poter proporre soluzioni sostenibili, che fanno degli studi condotti in collaborazione con l’Università degli Studi di Bologna e dell’economia circolare il proprio nucleo.
In particolare, la funzionalità ICT Circular EOL si pone l’obiettivo di individuare un’alternativa allettante per le aziende in vece dello smaltimentotrasformare quello che normalmente è considerato rifiuto in una nuova risorsa per i refurbisher è il fulcro dell’economia circolare ed è in linea con la “simbiosi industriale” cui si fa cenno nelle ultime direttive del Pacchetto UE per l’Economia Circolare approvate lo scorso dicembre.
Per ricevere maggiori informazioni riguardo ai nostri servizi scriveteci a info@greenideatech.com
B the Change. Il Futuro è Circolare.